¤º°`°¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø Ouch!
      rassegna stampa d'orientamento, newsletter occasionale con link a pagine della rete...     
 

 
 

 

per vedere l'intervista di Augias a Alessandro Marzio Magno cliccare qui...

28 Aprile - Quando la realtà supera la fantasia...

Fra privilegi e mazzette, ... - Una prima segnalazione va a "Si scrive tecnico, si legge poltrona" (Panorama) ma c'è anche di peggio: col referendum del 1993 gli italiani negarono il finanziamento pubblico ai "partiti" ma i nostri parlamentari aggirarono il risultato e per continuare ad incassare un fiume di denaro si inventarono il "rimborso elettorale" (LaVoce.info) col quale, dal 1994 a oggi, ci hanno scippato 1,7 miliardi di euro comprandosi case di lusso, auto costose, lingotti d’oro e diamanti (CorriereDellaSera.it): leggete l'appello di Avaaz e sottoscrivetelo, se vi pare, anche se probabilmente a "quelli" non gliene importerà proprio un bel nulla ! D'altronde i referendum in Italia non sono come in Svizzera: leggete la lettera al direttore di Lino Sacchi... E ora scoppia anche la bomba Finmeccanica con tangenti milionarie, anche nell'insolita forma di "Appalti per sei Maserati" (Lettera43.it): tutte intestate all'autista, ovviamente...
... fregature e proteste: ...
- Il governo tecnico ce ne regala adesso diverse altre. "IMU, cornuti e mazziati" (CadoInPiedi.it) spiega che per chi ha comprato casa dopo 30 anni di risparmi sarà come pagare l'affitto per vivere a casa sua. Ma c'è poi "Imu-bis, rischio-stangata per i contribuenti" (NotizieTiscali.it), una norma inserita di soppiatto nel decreto fiscale in base alla quale in tre anni pagheremo 87 miliardi di tasse in più. La successiva precisazione "Dl fisco, Conte: «Stangata Imu-bis? Solo un allineamento normativ" (NotizieTiscali.it) lascia il tempo che trova... E la ciliegina ? "La stretta entra anche in garage e cantine" (LaNazione.it) ! E pensano anche al futuro, visto che col "Digitale terrestre, dal 2015 servirà un nuovo decoder" (TecnologiaTiscali.it) e che quindi dovremo spendere altri quattrini per vedere la TV... Dobbiamo forse stupirci se lanciano "Uova contro la Fornero, contestata a Torino" (IlGiornale.it) dopo la sua affermazione "«Gli esodati? Possono anche tornare al lavoro»" (CorriereDellaSera.it), scaricando il problema sui datori di lavoro, in crisi o magari già falliti ? Dobbiamo scandalizzarci se a Calenzano una consigliera comunale fa lo "Spogliarello contro la manovra Monti" (LaNazione.it) ? E per allargare l'orizzonte a molte altre malefatte del potere, andate a leggere l'ottimo articolo di Franco Venturini "Protester, la ribalta è tutta tua" (Etruria Oggi).
... ma in che mondo viviamo ?
- Globalizzato com'è, diventa una verità assoluta l'antico adagio "Tutto il mondo è paese" e se si va a spulciare la stampa, specie quella on-line perché quella stampata non può permettersi valutazioni dissacranti, se ne trovano di tutti i colori, in Italia come in ogni altro Paese, e non c'è davvero da meravigliarsi se poi arriva un "Neonato con sei gambe" (Leggo.it). Il fatto è che non vogliamo (ma forse, peggio ancora, non sappiamo né possiamo: leggete le poche righe che vi propongo, tratte dal libro "Questa è l'acqua" di David Foster Wallace, uno scrittore nato nel 1962 e morto nel 2008, definito dal New York Times come "la mente migliore della sua generazione") renderci conto che il mondo in cui viviamo non è più quello di prima: né sotto il profilo della conoscenza scientifica, che l'ha immensamente ingrandito - guardate la splendida presentazione dell'Universo già segnalata tempo addietro - né sotto quello della conoscenza umanistica, che sta spengendo ad uno ad uno i lampioni che avevano finora illuminato il nostro cammino, ideologie tramontate o morte del tutto. Lo testimoniano articoli come "Partiti e antipolitica" (AltreNotizie.org) o "Il manifesto dell'antipolitica" (CadoInPiedi.it) ma le domande che affiorano sono anche altre, come quella del blog di Marcello Foa "Vale la pena soffrire per questa Europa ?" (BlogIlGiornale.it) alla quale è significativo leggere le risposte dei lettori, tutte pervase dallo stesso desiderio, anche se inespresso: muoversi in una direzione più realistica di quella attuale, assurdamente obsoleta.
Passato, presente e futuro
- Tomasi di Lampedusa faceva dire al suo protagonista "Bisogna che tutto cambi, perché non cambi nulla" e nonostante quel che precede, tutto seguita infatti a scorrere come prima: "E il governo Monti comprò altre auto blu: non doveva tagliare le spese ?" (BlitzQuotidiano.it) - anche se poi "Nuove auto blu, il governo frena: «Nessun acquisto per tutto il 2012»" (IlMessaggero.it) dopo la rivolta sul web - come pure "Monti 'più tasse' compra casa vicino a Berlusconi, vittima di mafia" (CadoInPiedi.it), "Tabaccaio reagisce e spara ai ladri: un morto" (BlitzQuotidiano.it) così lo metteranno in galera, "Delitto via Poma, Busco assolto in Appello" (AdnKronos.com) proprio come a Perugia, in un sistema giudiziario che fa ridere i polli. E' solo la tecnica ad avanzare e così "Le celle solari si dipingeranno su qualsiasi superficie" (TecnologiaTiscali.it) mentre "I cellulari vedranno attraverso i muri" (TecnologiaTiscali.it). Ma di nuove idee per l'umanità, perché possa vivere ancor più che sopravvivere, non c'è davvero alcuna traccia sul web...
Consoliamoci quindi...
- Riappropriandoci prima di tutto di un mezzo ridiventato attuale, come afferma l'articolo "La 'vecchia' radio cresce e conquista un posto d’onore nelle campagne pubblicitarie" (LaRepubblica.it), scoprendo poi se "I meteoriti sono pericolosi ?" (LaStampa.it) e comprendendo infine "Perché gli editori non devono morire" (CadoInPiedi.it) sorretti anche da quanto si dice nella intervista riportata in testata, fatta da Corrado Augias nella sua trasmissione "Le Storie" allo scrittore Alessandro Marzio Magno: lo sanno in pochi, ma a Venezia è stato inventato quasi tutto ciò che conosciamo del libro e dell’editoria, dalla pubblicazione del primo libro in armeno a quella del Corano in arabo, dai primi trattati di cucina o di medicina al primo libro pornografico, stampato all'inizio del ‘500... Da leggere c'è poi "Il significato dei fiori" (Giardinaggio.net), un e-book gratuito in pdf per dimenticare per un pò i tanti problemi presenti e futuri. E siccome la speranza è l'ultima dea, salite sulla navicella spaziale e andate a vedere com'è cambiata Mosca in un quarto di secolo...
Un abbraccio e... dasvidania !
Carlo Luigi Ciapetti

Hanno collaborato alla newsletter di oggi, per nome e in ordine alfabetico:
Alberto Pastorelli, Alessandro Torsellini, Ovidio Scarpa I1SCL di Info Radio, Saverio Borgheresi di Notizie Libere, Teseo Del Fante, Ubaldo Roversi, Valeria Succi.

Credits...

  E se volete sapere cosa succede, magari a due passi da voi...
Visitate Ventus a www.base.it !
 


LINK AGLI ARRETRATI DELL'ULTIMA SERIE  2010 02/12  10/12  21/12  23/12  2011:  06/01  15/01  22/01  26/01  30/01  05/02  09/02  12/02  18/02  24/02  01/03  07/03  15/03  24/03  31/03  06/04  14/04  16/04  28/04  04/05  08/05  18/05  23/05  28/05  08/06  16/06  22/06  25/06  30/06  05/07  14/07  21/07  28/07  10/09  15/09  23/09  02/10  05/10  10/10  15/10  22/10  28/10  09/11  11/11  16/11  22/11  26/11  01/12  16/12  08/12  13/12  22/12  27/12  31/12  2012:  06/01  11/01  14/01  18/01  21/01  24/01  27/01  01/02  04/02  08/02  11/02  14/02  17/02  22/02  29/02  04/03  10/03  17/03  24/03  30/03  03/04  06/04  16/04  20/04


La storia di "Ouch!"
"Ouch!" nacque nel 2005 dopo aver constatato una tendenza alla irreggimentazione dell'informazione, al suo asservimento a poteri visibili ed invisibili, alla subliminalizzazione della pubblicità, alla distruzione del parere informato a tutto vantaggio del parere conforme e condizionato. Questa tendenza è diventata poi una norma: salvo rare eccezioni, l'informazione sulla carta stampata e sugli altri media - condizionata dai poteri forti, dalla pubblicità e dai costi di produzione - fornisce ai lettori cronaca nera, gossip e notizie tese a nascondere più che a svelare.
A sua volta, il mondo in cui viviamo si è fatto estremamente complesso e veloce, difficile non solo da conoscere e da comprendere ma soprattutto da vivere e la persona comune non ce la fa più a mantenersi in sintonia con quanto avviene, per poter così influire su quanto poi avverrà.
Oriana Fallaci affermava che "Ogni persona libera deve essere pronta a riconoscere la verità ovunque essa sia" ma l'informarsi non è una questione solo culturale, è legata anche ai tempi e ai mezzi necessari, non sempre disponibili, per poter esplorare un universo mediatico sempre più vasto e multiforme. Internet può far varcare questo "muro", tanto percettibile quanto impenetrabile, ma la "verità" bisogna andarla a scovare e la si trova più spesso nelle nuove testate on-line che non nei media più diffusi e conosciuti, soggetti a limitazioni ed autolimitazioni di ogni tipo...
"Ouch!" è il frutto del lavoro appassionato e paziente non solo mio ma anche di tutti quelli che vi collaborano, elencati nei "credits"...


Nota importante
Tutti i link fanno riferimento ad articoli, presentazioni, filmati e altro pubblicati su Internet: questi materiali possono essere rimossi dai titolari dei siti e quindi non essere più disponibili in tempi successivi alla prima segnalazione; ove si desideri conservarli è opportuno salvarli sul proprio pc.



 
... per l'inserimento nella mailing list cliccare qui, per la cancellazione cliccare qui...
... per qualsiasi comunicazione scrivere a ouch@postaitaliana.it

Le altre newsletter di Carlo Luigi Ciapetti sono
SuccoSucco - Ventus - Noi Pecore
le trovate anche a
www.base.it , la base di partenza...
 

 

Ai sensi della Legge 62/2001, questa pubblicazione non è una testata giornalistica in quanto redatta e trasmessa senza periodicità, ma è comunque protetta dalla Legge 633/1941 sul diritto d'autore: il contenuto di questo sito e delle relative newsletter non può quindi essere utilizzato, pubblicato, distribuito, venduto o riprodotto in alcuna forma, sia stampata che elettronica, senza una preventiva autorizzazione scritta ed anche in questo caso la riproduzione, anche parziale, del contenuto è consentita solo con l'obbligo di riportare esplicitamente questa esatta dicitura: "Tratto dal sito www.base.it/ouch" includendo anche il link relativo.

© Copyright 1997-2012 Carlo Luigi Ciapetti - P.IVA 01519220485
comunicazione prevista dall'art.35, comma 1, del DPR 633/72 nella formulazione di cui all'art.2, del DPR 404/01