¤º°`°¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø Ouch!
      rassegna stampa d'orientamento, newsletter occasionale con link a pagine della rete...     
 

 
 

 

Gli scontri a Napoli per Equitalia: cliccate qui...

12 Maggio - Torna il caldo, ma anche la paura...

2012 sicuro ma... - "Scoperto il calendario Maya più antico, nessuna fine del mondo nel dicembre 2012" (AdnKronos.com) perché questo calendario, riportato alla luce da un team di archeologi dell'Università di Boston, si estende per oltre 7.000 anni, superando di gran lunga la fatidica data ! Ma se anche non ci sarà la fine del mondo, ci attendono ugualmente tempi duri perché la situazione è davvero preoccupante, come dimostrano gli articoli "«Sparato con gioia. Colpiremo altre 7 volte»: anarchici su Adinolfi" (BlitzQuotidiano.it), "Peggio degli anni di piombo" (CadoInPiedi.it), scritto da Ferdinando Imposimato che fu giudice istruttore in quel periodo, "Assalto a Equitalia: epidemia anti-fisco da Milano a Napoli" (BlitzQuotidiano.it). E sorge quindi la domanda... 
... dove stiamo andando ?
- Le pagine dei giornali raccolgono, ogni giorno di più, cronache orripilanti, prospettive catastrofiche, scenari disastrosi. In Inghilterra troviamo "Orrore in Gb: rete pedofili ha violentato 600 ragazzine ospiti di case protette" (IlMattino.it), case che evidentemente non le proteggevano un granché da questa banda di pachistani e afghani. In Italia, dove vediamo sempre più fabbriche, negozi e uffici sfitti e vuoti come le occhiaie di un teschio, si aggiunge alle già tante paure certe anche la prospettiva nefasta per i risparmiatori di cui parla l'articolo "Attenti al mattone i prezzi vanno giù" (LaRepubblica.it), mentre a Siena se da una parte c'è un legittimo timore per "Mps, tremano le stanze del potere: indagine sul prestito Fresh" (BlitzQuotidiano.it), dall'altra c'è anche disagio e rabbia da quando Report, su RAI 3, ha trasmesso un "servizio" fasullo, non certo il primo, che è un vero e proprio spettacolo di clown: lo commenta adeguatamente Stefano Bisi nell'articolo "Se in onda va il frullato diffamatorio" (Corriere di Siena). E non va meglio a "Bari, l’ultima beffa di Punta Perotti: risarcimento di 50 milioni ai costruttori" (IlFattoQuotidiano.it): roba da pazzi ma... la colpa non è proprio di nessuno ?
Forse siamo solo macchine...
- E ciò potrebbe giustificare molte cose... D'altronde il dubbio nasce leggendo articoli come "Quanto soddisfa parlare di sé? Quasi come il cibo e il sesso" (LeScienze.it), che riporta quel che pensano gli strizzacervelli di Harvard, come "Network cerebrali: ognuno ha la sua frequenza" (LeScienze.it) per evitare ingorghi pregiudizievoli della trasmissione dei segnali con la stessa logica delle apparecchiature elettroniche, come "Gli oggetti comuni diventano 'touch': c'è Disney dietro la sperimentazione" e come "Microsoft, il pc si comanda a gesti: la tecnologia dall'effetto doppler" (LaRepubblica.it). Il dubbio è asimoviano: siamo davvero sicuri di non essere... delle macchine ? Per di più leggiamo che "Le prossime elezioni si vincono in rete" (CadoInPiedi.it)... E per farci stare ancor meno tranquilli "Voip, chat e social: l'Fbi vuole un accesso alle comunicazioni" (LaStampa.it) ci riporta in mente l'orwelliano 1984...
... alle prese con cose fantastiche...
- Della prima parla l'articolo "Dead Drops: memorie usb nei muri della città", pubblicato da Nuok, un blog diventato in poco tempo una risorsa essenziale: ti prende per mano e ti fa scoprire luoghi sconosciuti, che credevi di conoscere o che sognavi solamente. Poi c'è da vestirsi di bianco, perché è "Trend: In bianco, il boom della cena-flash mob" (Panorama.it): un'occasione da non perdere ! Infine c'è una ricerca che ha condotto a questa conclusione: "Dinosauri e peti al metano: mln di tonnellate che riscaldarono la Terra" (BlitzQuotidiani.it) ma Spike, esperto in materia, ha i suoi dubbi...  Cosa finora del tutto fantascientifica, è adesso possibile dare un'occhiata a Marte con il servizio "Opportunity e il cratere gigante" (LeScienze.it) mentre anche se "C'è luce su un pianeta alieno" (CorriereDellaSera.it), c'è poco da illudersi: ha rocce e acqua in superficie, ma la sua temperatura è di 1700 gradi !
... come la storia della TV per cani ! - La conoscono in pochi la storia di Achille e Giovanni Judica Cordiglia che negli anni '60 riuscirono ad ascoltare i segnali provenienti dai primi satelliti, sovietici e americani, come lo Sputnik 1, lo Sputnik 2 (quello della cagnetta Laika) e l'Explorer 1: guardate l'interessante intervista "Dietro le quinte di Torre Bert" (AirRadiorama.it) e anche l'altra su "La Prima TV Privata in Italia a Torino - TCH TV dei Fratelli Judica Cordiglia" (AirRadiorama.it). TV via cavo, dopo venne "Teletoscana: due radioamatori fiorentini all’origine della televisione privata via etere...": ci troverete... qualcuno di vostra conoscenza ! E ora, dopo quasi 40 anni, "Nasce la prima tv solo per cani" (IlGiornale): un passo avanti ? Il solito Spike fa segno di no...
E per concludere ?
- Parlare di revisionismo storico, come si è fatto l'ultima volta, è come aprire le cateratte di una cascata ! Fra le tante segnalazioni ce ne sono due assai interessanti, riferite ad articoli ormai datati ma significativi e da leggere: "Bocca 'il partigiano' sdoganò il Duce prima di Pansa" e "Se lo Stato sociale affonda le radici nel Ventennio" (IlGiornale.it) che, ovviamente, provengono dalla parte dei "vinti"... Poi c'è da ricordare "Amedeo Guillet l'africano: il Diavolo che beffò gli inglesi" (LaNazione.it), storia di un personaggio la cui storia è ancora più avventurosa e complessa di quella del famoso Lawrence d'Arabia, al quale fu però dedicato un film interpretato da Peter O'Toole. Ottimo il successo avuto dalla "Galleria San Guisuga" (SuccoSucco.it), testimonianza di un sense of humour tutto italiano, come si era già verificato con la "Galleria Schettino" a proposito della vicenda della Costa Concordia, per la quale c'è adesso una novità: "Giglio, Schettino avvertì capitaneria di Roma: «Ho sentito un colpo, bum»" (AdnKronos.com) ... 
Un abbraccio e... «bum» !
Carlo Luigi Ciapetti

Hanno collaborato alla newsletter di oggi, per nome e in ordine alfabetico:
Alessandro Bertirotti, Alessandro Torsellini, Daniele Fusi, Eleftherios Diamantaras, Ermanno Veneruso, Ovidio Scarpa I1SCL di Info Radio, Paolo Marino di Opus Minimum, Piero Laporta, Roberto Giusti, Saverio Borgheresi di Notizie Libere, Sergio Centroni.

Credits...

        E se volete sapere cosa succede, magari a due passi da voi...     

 


LINK AGLI ARRETRATI DELL'ULTIMA SERIE  2010 02/12  10/12  21/12  23/12  2011:  06/01  15/01  22/01  26/01  30/01  05/02  09/02  12/02  18/02  24/02  01/03  07/03  15/03  24/03  31/03  06/04  14/04  16/04  28/04  04/05  08/05  18/05  23/05  28/05  08/06  16/06  22/06  25/06  30/06  05/07  14/07  21/07  28/07  10/09  15/09  23/09  02/10  05/10  10/10  15/10  22/10  28/10  09/11  11/11  16/11  22/11  26/11  01/12  16/12  08/12  13/12  22/12  27/12  31/12  2012:  06/01  11/01  14/01  18/01  21/01  24/01  27/01  01/02  04/02  08/02  11/02  14/02  17/02  22/02  29/02  04/03  10/03  17/03  24/03  30/03  03/04  06/04  16/04  20/04  28/04  02/05  06/05


La storia di "Ouch!"
"Ouch!" nacque nel 2005 dopo aver constatato una tendenza alla irreggimentazione dell'informazione, al suo asservimento a poteri visibili ed invisibili, alla subliminalizzazione della pubblicità, alla distruzione del parere informato a tutto vantaggio del parere conforme e condizionato. Questa tendenza è diventata poi una norma: salvo rare eccezioni, l'informazione sulla carta stampata e sugli altri media - condizionata dai poteri forti, dalla pubblicità e dai costi di produzione - fornisce ai lettori cronaca nera, gossip e notizie tese a nascondere più che a svelare.
A sua volta, il mondo in cui viviamo si è fatto estremamente complesso e veloce, difficile non solo da conoscere e da comprendere ma soprattutto da vivere e la persona comune non ce la fa più a mantenersi in sintonia con quanto avviene, per poter così influire su quanto poi avverrà.
Oriana Fallaci affermava che "Ogni persona libera deve essere pronta a riconoscere la verità ovunque essa sia" ma l'informarsi non è una questione solo culturale, è legata anche ai tempi e ai mezzi necessari, non sempre disponibili, per poter esplorare un universo mediatico sempre più vasto e multiforme. Internet può far varcare questo "muro", tanto percettibile quanto impenetrabile, ma la "verità" bisogna andarla a scovare e la si trova più spesso nelle nuove testate on-line che non nei media più diffusi e conosciuti, soggetti a limitazioni ed autolimitazioni di ogni tipo...
"Ouch!" è il frutto del lavoro appassionato e paziente non solo mio ma anche di tutti quelli che vi collaborano, elencati nei "credits"...


Nota importante
Tutti i link fanno riferimento ad articoli, presentazioni, filmati e altro pubblicati su Internet: questi materiali possono essere rimossi dai titolari dei siti e quindi non essere più disponibili in tempi successivi alla prima segnalazione; ove si desideri conservarli è opportuno salvarli sul proprio pc.



 
... per l'inserimento nella mailing list cliccare qui, per la cancellazione cliccare qui...
... per qualsiasi comunicazione scrivere a ouch@postaitaliana.it

Le altre newsletter di Carlo Luigi Ciapetti sono
SuccoSucco - Ventus - Noi Pecore
le trovate anche a
www.base.it , la base di partenza...
 

 

Ai sensi della Legge 62/2001, questa pubblicazione non è una testata giornalistica in quanto redatta e trasmessa senza periodicità, ma è comunque protetta dalla Legge 633/1941 sul diritto d'autore: il contenuto di questo sito e delle relative newsletter non può quindi essere utilizzato, pubblicato, distribuito, venduto o riprodotto in alcuna forma, sia stampata che elettronica, senza una preventiva autorizzazione scritta ed anche in questo caso la riproduzione, anche parziale, del contenuto è consentita solo con l'obbligo di riportare esplicitamente questa esatta dicitura: "Tratto dal sito www.base.it/ouch" includendo anche il link relativo.

© Copyright 1997-2012 Carlo Luigi Ciapetti - P.IVA 01519220485
comunicazione prevista dall'art.35, comma 1, del DPR 633/72 nella formulazione di cui all'art.2, del DPR 404/01