¤º°`°¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø Ouch!
      rassegna stampa d'orientamento, newsletter occasionale fatta a più mani con link a pagine della rete...     
 

 
 

 

Quando Totò nel 1962 anticipava le truffe su Internet...

4 Novembre - Notizie e verità, ma di che tipo ?...

Informazione e verità - Strettamente collegata alla motivazione intrinseca di "Ouch!", l'analisi di Matteo Colle "Come si forma un’opinione" introduce ad un avvenimento molto importante a livello mondiale: "Melbourne: il nuovo mandato delle Relazioni Pubbliche" (Ferpi.it) dovrà riuscire a stabilire dei principi etici inderogabili nella professione dei comunicatori professionali, sperando che questi si attestino poi anche in ambito giornalistico. I recenti avvenimenti sullo scenario politico (si fa per dire...) italiano, al pari di ciò che sta avvenendo per le elezioni americane, denotano un passaggio drastico e pericoloso - anche se potenzialmente assai utile - della comunicazione a livello sociale, in base alle nuove modalità permesse da Internet e dai social network. Se da una parte è positivo pensare alla libertà di ciascuno di esprimere la propria opinione, dall'altra è ormai diffuso l'uso dei nuovi mezzi anche per la deformazione e la parzializzazione dell'informazione, oltre alle sempre più frequenti bufale in circolazione. Attenti, dunque, a quello che leggete !

I vizi e le ciliegie - I vizi sono come le ciliegie, uno tira l'altro e così "Pisa: il rettore dell'università si raddoppia lo stipendio" ma anche "I vigili urbani che si intascavano le multe in contanti" (CadoInPiedi.it) all'insegna del "Così fan tutti..." di fioritiana memoria... Ma le ciliegie sono anche da altre parti... "Venti di scissione, bufera nell'Idv. E sul blog Di Pietro «spiega» le case dei figli" (CorriereDellaSera.it) mentre il già fedelissimo Donadi dice «È come Berlusconi»" ! A volte poi ci sono gustosissimi battibecchi, come "Te la do io la Provincia (storie di ordinaria rivalità nel Granducato di Toscana)" e come "Chi ha fatto le scarpe all’Italia dei Valori ?" mentre non è affatto gustoso il panorama che Nicola Cariglia accenna in "Dopo la Sicilia cresce la voglia di “Porcellum”" (PensaLibero.it). E di ciliegie sembra che abbia vissuto finora un altro dei tanti tormentoni nazionali: è dal 1866 che si progetta e adesso "Ponte sullo Stretto: due anni per verificare la fattibilità del progetto" (IlSole24Ore.com), cui fa compagnia "Rinunciare al Ponte sullo Stretto costa più che realizzarlo ?" (LInkiesta.it). Ma quanto è stato speso in progetti e verifiche in questi 146 anni ? E leggete "Il Ponte? Le balene sarebbero spaventate", primo capitolo del libro "Questo ponte s'ha da fare" di Giuseppe Cruciani, cui si oppose subito il comunicato "Questo Ponte non s'ha da fare" (CasamattaSinistra.Blogspot.it) della ReteNoPonte...

Italiani all'estero - Passiamo adesso ad un argomento assai più bello e coinvolgente. Quello italiano è uno dei popoli che ha maggiormente migrato all'estero ed è interessante vedere come sia ancora presente l'attenzione verso l'Italia nei giornali che vengono pubblicati nei diversi Paesi in cui si sono stabiliti: leggeteli, le scoperte non saranno poche. Grazie alla collaborazione di Luigi Logrippo, docente all'Università di Ottawa, potete andare a vedere quanti siano questi giornali nell'elenco del CNEL e cominciare a vederne alcuni: per il Canada ci ha intanto segnalato il quotidiano "Corriere Canadese" di Toronto e il settimanale "L'Ora di Ottawa" (per leggerne una copia cliccate su un numero arretrato...). Dall'Australia Giovanni D'Ignoto ci ha segnalato invece il gruppo composto dai bisettimanali "Il Globo" di Melbourne e "La Fiamma" di Sydney nonché la radio "Rete Italia" ascoltabile in rete. Chi mi aiuta ancora a proseguire questa rassegna ?

Bistecche o alghe ? - Le ciliegie qui non c'entrano, ma ci sono... La carne vi ha stufato? Ecco 5 fonti alternative di proteine "5 sostituti della carne" (TuttoGratis.it). E c'è di peggio (almeno per chi non è vegetariano o addirittura vegano): guardate questo "Dolce vegan" e rabbrividite a leggere il commento su quello che ci sarà "Sul piatto nel 2050" (Focus.it) ! Ah, dimenticavo: il 1° Novembre era il "World Vegan Day 2012" (GreenMe.it)... Si sarà allineata a questa nuova tendenza anche la Liguria ? Sembrerebbe di si a leggere "Liguri tirchi, Regione Liguria no: spreca in notte dei rospi e sagra della patata" (BlitzQuotidiano.it). E che ne sarà dei pesci, ora che è stato deciso che "Il complesso di Napoleone esiste. Le prove in una specie di pesci" (LaRepubblica.it) ? I vegetariani non li vogliono e i vegani ancora meno, per di più gli rubano anche le alghe: "Parola di lemure" (Focus.it).

 Internet e dintorni - E' arrivato "Windows 8" (Wikipedia) per il quale si sprecano già lodi e critiche a non finire: leggete i commenti a "Windows 8: 4 Milioni Di Copie In 3 Giorni" (ZioGeek.com) ! Ne parlano in tanti e anche se "Attualmente, nessuna recensione di Windows 8 appare così orribile" (EveryEye.it), ci sono anche "Windows 8 - Prime recensioni non proprio tutte positive" (IpEvolution.it) e la durissima "Anche Blizzard critica Windows 8" (Eurogamer.it). Ma vediamo cosa fa nella versione portatile "Windows Phone 8, intervista e hands-on" (TuttoGratis.it), più comprensibile agli utenti abituati alle figurine sullo schermo... In tutt'altra atmosfera, assai rarefatta a quell'altezza, adesso è arrivato "Il supercomputer Watson al servizio della medicina" (Tecnici.it), una notizia importantissima, che non si appaia affatto con "Badabing, polemiche per l’app che trova le foto sexy su Facebook" (TuttoGratis.it) ma si sa, quando si parla di computer i confini sono molto labili... Infine c'è "Mail che dice troppi accessi effettuati e account bloccato ? Attenti !" (IlDottoreDeiComputer.com): è una delle tante truffe attuali, eredi di quelle interpretate da Totò nel film "Totòtruffa 62" da cui proviene la scenetta in testata.

Fine settimana - Arrivano le giornate fredde e piovose in cui può far piacere passare un pò di tempo in casa con i "Giochi gratis online" (TuttoGratis.it). Quando avrete finito di giocare, c'è l'insilta e interessante rivista online "Ergo .·. Sum Magazine", realizzata da Brenno Ambrosini con testi in spagnolo e in italiano: ecco la copertina e l'articolo di Franco Franceschi "Perché fotografare ?". Ma da leggere c'è soprattutto il libro "L'Italia che vorrei" di Pier Antonio Bacci, scaricabile gratuitamente dal suo sito, che lo presenta così: "Non so se riuscirò mai a vedere quell'Italia "trasparente, efficiente, onesta e seria, ma soprattutto libera", ma già poterla sognare e poterla condividere è segno di Libertà". Una presentazione assolutamente condivisibile, specie leggendo di quel che succede quando manca, come in "Quindicenne uccisa con l'acido: aveva visto un ragazzo" (CadoInPiedi.it) e in "I carbonari del cinema saudita con la cinepresa sotto la tunica" (LaStampa.it): la Libertà non è davvero poco !

Un abbraccio e... andate al cinema, per festeggiare !
Carlo Luigi Ciapetti


Hanno collaborato alla newsletter di oggi, per nome e in ordine alfabetico:
Giovanni D'Ignoto dall'Australia, Lorenzo Itri, Luigi Logrippo dal Canada, Paolo Pellizzari, Pier Antonio Bacci di Chirurgia Estetica, Ovidio Scarpa I1SCL di Info Radio, Sergio Sarri, Teseo Del Fante. 

Credits...


   Mostre ed altri eventi continuativi - per data di fine 
Festival della Scienza - Genova, 25/10 a 4/11
Riccardo Marasco al Teatro Lumière - Firenze 3 a 11/11
Convegno "Se vuoi la pace, prepara la pace" - Firenze, 23-24-25/11
Il programma della "Compagnia delle Seggiole" - Firenze, 11 a 29/11
"Gallerie d'Italia" - Milano

   Incontri, spettacoli mostre ed altro - per data di svolgimento 
Apericena con i Lions "La battaglia di Waterloo" - Firenze, 5/11
Mostra "I pastelli e le ceramiche di Donatella Gori" - Firenze, 10/11
Presentazione del libro "Omicidio dell'anima" - Firenze, 16/11
Presentazione del libro "Il Ponte tra l'Io e il Cervello" - Firenze, 17/11
Daniele Pellerito "L'Alchimia in cucina - Cosa ho nel piatto ?" - Firenze, 17/11
Presentazione dei libri "Cupole geodetiche" e "Polyhedra" - Roma, 30/11
 


LINK AGLI ARRETRATI DELL'ULTIMA SERIE  2010 02/12  10/12  21/12  23/12  2011:  06/01  15/01  22/01  26/01  30/01  05/02  09/02  12/02  18/02  24/02  01/03  07/03  15/03  24/03  31/03  06/04  14/04  16/04  28/04  04/05  08/05  18/05  23/05  28/05  08/06  16/06  22/06  25/06  30/06  05/07  14/07  21/07  28/07  10/09  15/09  23/09  02/10  05/10  10/10  15/10  22/10  28/10  09/11  11/11  16/11  22/11  26/11  01/12  16/12  08/12  13/12  22/12  27/12  31/12  2012:  06/01  11/01  14/01  18/01  21/01  24/01  27/01  01/02  04/02  08/02  11/02  14/02  17/02  22/02  29/02  04/03  10/03  17/03  24/03  30/03  03/04  06/04  16/04  20/04  28/04  02/05  06/05  12/05  16/05  22/05  28/05  03/06  07/06  14/06  21/06  28/06  04/07  08/07  11/07  14/07  21/07  25/08  08/09  14/09  18/09  22/09  25/09  02/10  04/10  10/10  15/10  20/10  27/10  01/11


La storia di "Ouch!"
"Ouch!" nacque nel 2005 dopo aver constatato una tendenza alla irreggimentazione dell'informazione, al suo asservimento a poteri visibili ed invisibili, alla subliminalizzazione della pubblicità, alla distruzione del parere informato a tutto vantaggio del parere conforme e condizionato. Questa tendenza è diventata poi una norma: salvo rare eccezioni, l'informazione sulla carta stampata e sugli altri media - condizionata dai poteri forti, dalla pubblicità e dai costi di produzione - fornisce ai lettori pagine e pagine inutili di politica, di economia, di cronaca nera, di gossip e tante notizie tese a nascondere più che a svelare la verità. A sua volta, il mondo in cui viviamo si è fatto estremamente complesso e veloce, difficile non solo da conoscere e da comprendere ma soprattutto da vivere: la persona comune non ce la fa più a mantenersi in sintonia con quanto avviene, per poter così influire su quanto poi avverrà. Oriana Fallaci affermava che "Ogni persona libera deve essere pronta a riconoscere la verità ovunque essa sia" ma l'informarsi non è una questione solo culturale, è legato anche ai tempi e ai mezzi necessari, non sempre disponibili, per poter esplorare un universo mediatico sempre più vasto e multiforme. Internet può far varcare questo "muro", tanto percettibile quanto impenetrabile, ma la "verità" bisogna andarla a scovare e la si trova più spesso nelle nuove testate on-line che non nei media più diffusi e conosciuti, soggetti a limitazioni ed autolimitazioni di ogni tipo. "Ouch!" è il frutto del lavoro appassionato e paziente di tutti coloro che con me collaborano, elencati nei "credits", ma va ricordato che t
utti i link fanno riferimento ad articoli, presentazioni, filmati e altro pubblicati su Internet: questi materiali possono essere rimossi dai titolari dei siti e quindi non essere più disponibili in tempi successivi alla prima segnalazione; ove si desideri conservarli è opportuno salvarli sul proprio pc. "Ouch!" si può ricevere per e-mail o leggere a www.base.it .
Per l'inserimento nella mailing list 
cliccare qui, per la cancellazione cliccare qui,
per qualsiasi comunicazione scrivere a ouch@postaitaliana.it .


Ai sensi della Legge 62/2001, questa pubblicazione non è una testata giornalistica in quanto redatta e trasmessa senza periodicità, ma è comunque protetta dalla Legge 633/1941 sul diritto d'autore: il contenuto di questo sito e delle relative newsletter non può quindi essere utilizzato, pubblicato, distribuito, venduto o riprodotto in alcuna forma, sia stampata che elettronica, senza una preventiva autorizzazione scritta ed anche in questo caso la riproduzione, anche parziale, del contenuto è consentita solo con l'obbligo di riportare esplicitamente questa esatta dicitura: "Tratto dal sito www.base.it/ouch" includendo anche il link relativo.

© Copyright 1997-2012 Carlo Luigi Ciapetti - P.IVA 01519220485

comunicazione prevista dall'art.35, comma 1, del DPR 633/72 nella formulazione di cui all'art.2, del DPR 404/01