¤º°`°¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø Ouch!
      rassegna stampa d'orientamento, newsletter occasionale fatta a più mani con link a pagine della rete...     
 

 
 

 

Un esempio per i nostri politici, dopo aver visto il risultato delle elezioni...

 

Il supplemento speciale "Il giallo di Siena"

 

Il supplemento speciale "Elezioni 2013"

 

26 Febbraio - La stampa estera: "L'Italia ha votato l'ingovernabilità"...

E ora, poveri noi ? -  Il risultato ormai si vede chiaramente nella sintesi di questo titolo: "Voto, Pd vince Camera ma Senato è senza maggioranza, boom Grillo" (It.Reuters.com). Il commento è unanime e condivisibile "Le elezioni viste dalla stampa estera: «L'Italia ha votato l'ingovernabilità»" (QN.Quotidiano.net) e ci attendono momenti assai difficili. A dare il senso della possibile gravità della situazione è il costituzionalista Michele Ainis con "Stallo e Napolitano non può sciogliere" (Ansa.it). Lasciando perdere le strafottenti vanità e le ottuse giustificazioni, per ora possiamo limitarci a vedere quel che è inoltre successo: dopo la controversa vicenda di Anzio, dove la "Presidente del seggio è stata sorpresa a rubare schede elettorali", adesso c'è "Allarme irregolarità nel voto, prime segnalazioni" (NoCensura.com), si rileva che "Elezioni 2013, caos numeri. Deludono i sondaggisti. Proiezioni e dati spoglio fotografano un'altra realtà", si constata "Elezioni, gli esclusi: Fini via dalla Camera dopo trent'anni. E poi Di Pietro, Ingroia, Meloni e La Russa" (QN.Quotidiano.net), si denuncia "Rifiuto della scheda elettorale: ecco alcuni verbali" (NoCensura.com). Staremo a vedere...

Per un nuovo Stato... - Trascuriamo ogni possibile commento e diciamocelo: ora tutta questa gente deve mettersi a lavorare ! Ricordiamogli che di cose da fare ce ne sono tante e tutte urgenti. Cominciamo col rilevare a quanto ammonta il nostro debito pubblico e - dopo aver visto quanto è per ciascuno di noi ! - chiediamo loro di sapere "Chi si è intascato 2mila miliardi di debito pubblico?" (NoCensura.com). Proseguendo ricordiamo loro che "L’austerità colpisce i poveri: l’allarme di Caritas Europa" (DirittiGlobali.it), che "Antitrust. Per Rc Auto italiani pagano più di tutti in Europa" (NotizieTiscali.it), che l'Europa era un sogno ma non deve trasformarsi in un incubo, visto che "Il peso dell'austerità non è uguale per tutti" (Panorama.it) e che - a sentire certi amici - la situazione è oggi quella di questa vignetta... Sono tante le cose che devono ricordare e fare. Fra queste c'è anche la situazione, spesso inumana, dei 3.000 cittadini italiani detenuti all'estero: è vergognoso che i loro diritti non vengano difesi dallo Stato, tanto da aver costretto i loro familiari a fondare la onlus "Prigionieri del Silenzio", come non è successo in trenta anni per "Ustica, una verità inconfessabile" (CadoInPiedi.it). E' l'ora di cambiare.

Ma che ci possiamo aspettare ? - Se leggiamo quel che si scrive in questi giorni c'è da rabbrividire. "Naufragio Concordia, “Schettino a processo”: la richiesta della Procura al gup" (BlitzQuotidiano.it) ed ecco - grazie a lui - "Come la Concordia galleggerà di nuovo" (CorriereFiorentino.it); "Crisi all’italiana. Albertone Sordi e gli italiani: “Torneranno poveri”" (IlFattoQuotidiano.it); "Bruno Vespa su Le Monde: fumetto “La terza Camera”" (BlitzQuotidiano.it). E in questo nostro mondo globalizzato "Le persone tendono a comportarsi come le pecore" (NoCensura.com), non solo in Italia ma in tutto il mondo: "Il Far West cinese nel continente nero" (UniMondo.org); "L'inverno islamista che gela la primavera araba" (Corriere.it), "L'assalto dei disoccupati alla Svizzera. Più che il lavoro cercano l'assegno sociale" (Repubblica.it). Mondo di furbi, "L'aereo arriva prima. Ma c'è il trucco" (Lettera43.it). "Basta con le speculazioni sul cibo" (Corriere.it) è invece lo spot satirico di una petizione contro l'ingordigia delle banche in Africa. Considerata la situazione, c'è da temere il peggio: "Benedetto XVI è il penultimo Papa? Secondo le profezie di Malachia la Chiesa di Roma è vicina alla fine" (NotizieTiscali.it). E Roma è in Italia...

Lo Spazio e i misteri... - Furono i radioamatori ad apprendere la storia de "I cosmonauti perduti" (Focus.it), una storia sconosciuta e dimenticata... Dopo la notizia che è stata "Confermata la presenza d'acqua sulla Luna" (Pc-Facil.com), c'è quella che ci dice "È in arrivo la “cometa di Pasqua”" (Focus.it). Poi c'è "Un ufo ci ha salvati dal meteorite ? Video cult sul Web" (BlitzQuotidiano.it) che riapre l'argomento: dopo aver saputo che un altro "Meteorite cade nel golfo di Riga, avvistato da Lettonia e Finlandia", ci si chiede "Quanti meteoriti hanno colpito la Terra ? Dove ?" (BlitzQuotidiano.it) e c'è subito la risposta: "Sono 34.513 le meteoriti cadute della Terra in 4.300 anni" (Focus.it). Ma c'è anche un ironico commento sull'ineffabile "Giacobbo e i meteoriti. Aldo Grasso: «Con che coraggio va ancora in tv ?»" (BlitzQuotidiano.it) ! Una storia tutta da scoprire è invece quella della "Orlova, la “nave fantasma” senza equipaggio alla deriva nell’Atlantico" (BlitzQuotidiano.it).

Scoperte e roba varia... - In ordine sparso, ci sono "La neuroprotesi che fa toccare la luce infrarossa" (LeScienze.it) aprendo nuovi orizzonti, "Micro centrale su zaini e cellulari. L'ultima frontiera dell'energia solare" (Repubblica.it) che modificherà un altro poco la nostra vita, "Anche la biologia ha la sua materia oscura" (LaStampa.it) e quindi cambierà l'approccio scientifico alla materia, "Litio e aria, ecco le pile del futuro" (Treccani.it) che non ha bisogno di commenti. Eventi di notevole interesse sono: "Gli hacker cinesi penetrati in quasi tutti i punti nevralgici di Washington" (BlitzQuotidiano.it), "Industria, in Europa arriva l'obbligo del marchio «made in»" (Corriere.it), "Cresce l'emergenza specie invasive in Europa, Italia la più colpita dalla zanzara tigre" (NotizieTiscali.it), "Iran, 180 nuove centrifughe per arricchire uranio" (BlitzQuotidiano.it) naturalmente per applicazioni civili... Si chiude con l'articolo "Digitale: i trend del 2013" (Ferpi.it), che disegna il nuovo scenario della comunicazione, mentre c'è da leggere il racconto di Vittorio Vanni "Le stelle" - 17ma delle sue "Lame di rasoio" - e con un'infinità di foto di attualità da vedere (Multimedia.Quotidiano.net)...

Un abbraccio e... non pensateci, tanto non potete farci nulla !
Carlo Luigi Ciapetti


Hanno collaborato alla newsletter di oggi, per nome e in ordine alfabetico:
Alessandro Torsellini, Diego Jurich, Dionysios Spiliotopoulos, Eleftherios Diamantaras (da Atene), Ermanno Veneruso, Marco Lelio Menesini, Massimo Masini, Oscar Bartoli di Letter from Washington DC, Ovidio Scarpa I1SCL di Info Radio, Paolo Pellizzari, Saverio Borgheresi di Notizie Libere, Silvio Campigli.

Credits...


   Mostre ed altri eventi continuativi - per data di fine 
Associazione G. Papini: mostra su "Rocco Carabba" - Firenze, 21/2 - 3/3
Consiglio Esecutivo e Convegno Internazionale UNESCO - Lucca, 5 - 13/3
Gli incontri nei "Venerdì del Grande Oriente" - Lucca, 1/2 - 15/11
Il programma di incontri del "Cenacolo Salomone" - Firenze, 22/2 - 8/12
"Gallerie d'Italia" - Milano

   Incontri, spettacoli mostre ed altro - per data di svolgimento 
Convegno "Le iniziazioni di Piero della Francesca" - Fano (AN), 27/2
Cerimonia di commemorazione del poeta Mario Luzi - Firenze, 28/2
Concerto del "Monteverdi Wind Chamber Ensemble" - Bolzano, 28/2
Convegno della LIDU su "L'emergenza carceri" - Firenze, 1/3
I Venerdì del Grande Oriente: "Francesco Xaverio Geminiani" - Lucca, 1/3
Talk Show "La ricerca della felicità" - Perugia, 2/3
Assemblea Generale CeSMAP - Pinerolo (TO), 10/3
Premiazione "Concorso di Poesia e Fotografia Giovanni Papini" - Firenze, 21/3

"Florence Hamfest" Mostra scambio del Radioamatore - Firenze, 6/4
 


LINK AGLI ARRETRATI DELL'ULTIMA SERIE    2010 02/12  10/12  21/12  23/12  2011:  06/01  15/01  22/01  26/01  30/01  05/02  09/02  12/02  18/02  24/02  01/03  07/03  15/03  24/03  31/03  06/04  14/04  16/04  28/04  04/05  08/05  18/05  23/05  28/05  08/06  16/06  22/06  25/06  30/06  05/07  14/07  21/07  28/07  10/09  15/09  23/09  02/10  05/10  10/10  15/10  22/10  28/10  09/11  11/11  16/11  22/11  26/11  01/12  16/12  08/12  13/12  22/12  27/12  31/12  2012:  06/01  11/01  14/01  18/01  21/01  24/01  27/01  01/02  04/02  08/02  11/02  14/02  17/02  22/02  29/02  04/03  10/03  17/03  24/03  30/03  03/04  06/04  16/04  20/04  28/04  02/05  06/05  12/05  16/05  22/05  28/05  03/06  07/06  14/06  21/06  28/06  04/07  08/07  11/07  14/07  21/07  25/08  08/09  14/09  18/09  22/09  25/09  02/10  04/10  10/10  15/10  20/10  27/10  01/11  04/11  08/11  15/11  17/11  23/11  27/11  01/12  04/12  06/12  10/12  14/12  31/12  2013: 04/01  08/01  17/01  21/01  26/01  31/01  02/02  05/02  09/02  12/02 14/02  19/02  22/02


La storia di "Ouch!"
Indro Montanelli diceva che "Il giornalismo lo si fa per il giornalismo, per il piacere di farlo. E' difficile farlo bene, a volte è anche pericoloso. Il bello di questo mestiere è che si affronta un esame ogni giorno" ed è così che nacque "Ouch!" nel 2005, dopo aver constatato una tendenza alla irreggimentazione dell'informazione, al suo asservimento a poteri visibili ed invisibili, alla subliminalizzazione della pubblicità, alla distruzione del parere informato a tutto vantaggio del parere conforme e condizionato. Questa tendenza è diventata poi una norma: salvo rare eccezioni, l'informazione sulla carta stampata e sugli altri media - condizionata dai poteri forti, dalla pubblicità e dai costi di produzione - fornisce ai lettori pagine e pagine inutili di politica, di economia, di cronaca nera, di gossip e tante notizie tese a nascondere più che a svelare la verità. Una profonda innovazione l'anno però apportata i giornali on-line, ancora poco soggetti a questa tendenza e capaci di lasciare alla notizia il suo effettivo contenuto informativo ed è a questi che faccio spesso riferimento. Ma "Ouch!" cerca anche di ovviare ad un altro problema: il mondo in cui viviamo si è fatto estremamente complesso e veloce - difficile da conoscere e da comprendere, prima ancora che da vivere - e la persona comune non ce la fa più a mantenersi in sintonia con quanto avviene, per poter così influire su quanto poi avverrà. Oriana Fallaci affermava che "Ogni persona libera deve essere pronta a riconoscere la verità ovunque essa sia" ma l'informarsi non è solo una questione solo culturale, è legato anche ai tempi e ai mezzi necessari - non sempre disponibili - per poter esplorare un universo mediatico sempre più vasto e multiforme. Internet può far varcare questo "muro", tanto percettibile quanto impenetrabile, ma la "verità" bisogna andarla a scovare. "Ouch!" è diventato così il frutto del lavoro appassionato e paziente di tutti coloro che con me vi collaborano - sono elencati nei "credits" - segnalando
i link ad articoli, presentazioni, filmati e altro pubblicati su Internet: questi possono essere rimossi dai siti e quindi non essere più disponibili in tempi successivi alla segnalazione e chi volesse conservarli è bene che li salvi sul proprio pc. "Ouch!" si può leggere a www.base.it/ouch ma viene spedito per e-mail a chi ne abbia fatta richiesta. Per l'inserimento nella mailing list cliccare qui, per la cancellazione cliccare qui, per qualsiasi comunicazione scrivere a ouch@postaitaliana.it .


Ai sensi della Legge 62/2001, questa pubblicazione non è una testata giornalistica in quanto redatta e trasmessa senza periodicità, ma è comunque protetta dalla Legge 633/1941 sul diritto d'autore: il contenuto di questo sito e delle relative newsletter non può quindi essere utilizzato, pubblicato, distribuito, venduto o riprodotto in alcuna forma, sia stampata che elettronica, senza una preventiva autorizzazione scritta ed anche in questo caso la riproduzione, anche parziale, del contenuto è consentita solo con l'obbligo di riportare esplicitamente questa esatta dicitura: "Tratto dal sito www.base.it/ouch" includendo anche il link relativo.

© Copyright 1997-2013 Carlo Luigi Ciapetti - P.IVA 01519220485

comunicazione prevista dall'art.35, comma 1, del DPR 633/72 nella formulazione di cui all'art.2, del DPR 404/01