¤º°`°¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø Ouch!
      rassegna stampa d'orientamento, newsletter occasionale fatta a più mani con link a pagine della rete...     
 

 
 

 

5 minuti a Creta, sognando l'estate...

27 Maggio - Tanto da fare, ma solo chiacchiere...

Che succede nel teatrino ? - Mentre da una parte c'è "Disoccupazione giovanile e classe dirigente vecchia: l’Italia del 2013" (TuttoGratis.it) che - annunciato dalla locandina col titolo "Esiste un motivo per restare in Italia ?" - traccia un panorama allarmante, ulteriormente precisato da "Squinzi accusa: «In Italia mentalità anti-impresa. Disoccupazione giovanile, situazione disperata»" (QN.Quotidiano.net), dall'altra ci sono il video-denuncia del senatore grillino Endrizzi "Ecco i politici finanziati da società di gioco d'azzardo" (leggete i commenti...) e "Boldrini: casalinghe e donne seminude" (PensaLibero.it) che parla dell'ultima gaffe della presidente della Camera, ormai occupata a rilasciare ogni giorno più dichiarazioni di Obama. Per "Il giallo di Siena" sbucano da sotto il tappeto "«Pigliano stecche da anni»: ecco il video che incastra Mps e la banda del 5%" (NotizieTiscali.it) e "Siena, la città sprecona salvata due volte da Monti" (LInkiesta.it)... A rincuorarci non c'è che l'articolo di Aldo A. Mola "Capitale. Tifiamo per la sua eternità: siamo tutti Romani" (Il Giornale del Piemonte).

Meglio a te che a me... - Come ormai tutti sanno, "NIMBY" (Treccani.it) è l'acronimo della frase inglese "Not In My Back Yard" ossia "Non nel mio cortile" (sottintendendo... preferisco nel tuo !), manifestazioni di inciviltà in un contesto democratico. Lo rilevano gli articoli "Il popolo dei «NO» che ferma il Paese" (IlTempo.it) e "Il Paese dei NO: basta una firma e l'opera si ferma" (Panorama) mentre la settima edizione del progetto "Nimby Forum" rileva in Italia 331 fra infrastrutture e impianti contestati. Se da una parte c'è "Effetto Nimby, sempre più lavori paralizzati dalle proteste (...)" (IlSole24Ore.com), che rileva come ciò abbia effetti disastranti in un momento in cui la crisi e la disoccupazione devastano l'Italia, dall'altra c'è tuttavia "Nimby Forum: da dove ripartire ?" (Ferpi.it), che spinge a identificare una nuova metodologia di approccio a questo problema.

Immigrazione: leggi da rivedere - Sono ormai molti i fatti di sangue a seguito dei quali è necessario interrogarsi sulle legislazioni relative all'immigrazione che a poco a poco sono state superate dal mutare dei costumi e dall'esperienza; per citare solo gli ultimi, ci sono "Regno Unito piange soldato 25enne ucciso a Londra (...)" (NotizieTiscali.it), "Parigi, soldato accoltellato alla gola. Terrorismo come a Londra ?" (BlitzQuotidiano.it), "Stoccolma, sesta notte di scontri (...)" (NotizieTiscali.it) ed ovviamente l'orrenda strage del picconatore di Milano. Si comincia quindi a discutere su questo problema, come notano gli articoli "Svezia, disordini. Impatto immigrazione rende situazione ”insostenibile”" (BlitzQuotidiano.it) e "Come Kabobo. Armi bianche e cieca ferocia" (IlGiornale.it), e non c'è troppo da meravigliarsi se "Beppe Grillo sul suo blog scrive di sicurezza e immigrazione: «Quanti sono i Kabobo d'Italia?»". Il buonismo degli anni passati ha creato i presupposti ed il fanatismo religioso ha fatto il resto: pure per questo tema, assai scomodo, ci sarebbe da pensare ad un nuovo approccio.

L'umanità e i suoi costumi... - Non consolano, dopo tante speranze... primaverili, né il video "Egitto, Giornalista litiga con clerico musulmano e getta il velo" né la notizia "Egitto, Due milioni di firme per reclamare dimissioni di Morsi" (NotizieTiscali.it). Anche se la crisi imperversa e i soldi sono pochi, come rilevano "Agricoltori metropolitani all’opera a Roma" (LaStampa.it) e "Crisi, Coldiretti: Cambia menu italiani (...)" (NotizieTiscali.it), vanno tuttavia a gonfie vele i programmi televisivi sull'alta cucina come il "MasterChef" di Sky e potrebbe sembrare fuori luogo l'articolo "Mangiamo insetti senza saperlo: scoprite quali" (TuttoGratis.it)... Ma consideriamolo una ribellione al gossip imperante, proprio come "Star che puzzano: tutti i vip con questo problema" (TuttoGratis.it): ricorda Napoleone, che scriveva alla sua bella "non ti lavare, sto arrivando !"... Da parte loro, una sera mentre erano a cena, tre amici hanno messo in atto il progetto "Autostrade come centrali l’energia dal vento sollevato dai camion" (AffariItaliani.it).

Scoperte e novità - La prima scoperta è che è stato "Creato il vaccino jolly efficace contro tutte le influenze: positivi i test sugli animali" (NotizieTiscali.it) cui fanno seguito due scoperte molto importanti anche per l'industria: "Quasi-particelle per il laser di nuova generazione" e "Il nuovo kevlar, più resistente, leggero ed economico dell’acciaio" (LeScienze.it). Interessanti "La memoria del pesce zebra, in diretta" e "Perché i pinguini non sanno più volare" (LeScienze.it) mentre mette alla prova la nostra intelligenza "Il Tempo Non Esiste. Lo sostiene la fisica" (AffariItaliani.it) ! Ci sono poi che al "Polo sud, trovati 26 nuovi neutrini di una sorgente sconosciuta" (Repubblica.it) e che "Nuove specie di uccelli scoperte in Amazzonia" (Misna.org). Sono di un miliardo di anni fa le "Pure, fresche acque preistoriche" (Treccani.it) scoperte in Canada. Da tempo attesa, ecco adesso la "Prima sfida per il computer quantistico" (Treccani.it): sarà la volta buona ? Ancora sconosciuta è invece la storia delle "(...) sfere misteriose" (Xoomer.Virgilio.it) del Costarica, presenti anche in altre parti del mondo.

Notizie spaziali e terrestri... - Si inizia con "Occhi puntati sulla nostra stella: il Sole si avvicina al suo massimo" (Repubblica.it) e la cosa potrebbe essere pericolosa, come spiega "La tempesta solare perfetta" (Panorama.it). Divenuto “Historic Site of the European Physical Society (EPS)”, a Firenze "Il Colle di Galileo dà appuntamento alla scienza internazionale" (LeScienze.it); restando in tema c'è da leggere l'articolo di Martina Pugliese "L'eredità oscura di Galilei" (LInkiesta.it). Il rapporto Clusit 2013 conclude affermando che il 44% dei pc italiani viene attaccato dagli hacker ed è quindi assai interessante capire come ciò si verifichi: lo spiega "Pirati informatici: 8 tecniche di attacco" (Focus.it). Da segnalare che la ricerca di immagini con Google è stata da poco radicalmente mutata e ne parla "Il ratto delle fotine" (Treccani.it). Se siete stanchi di guardare i film scaricati da Internet sul display del pc e volete gustarli in alta definizione sul tv di casa, ecco che Salvatore Aranzulla vi spiega come fare in "Come collegare il PC alla TV" (Tiscali.it).

Da vedere e da leggere... - Se siete appassionati di pittura c'è l'incredibile raccolta "Il più grande museo virtuale del mondo", seguito da "La rinascita di Piero", numero speciale dedicato a Piero della Francesca della bella rivista "Etruria Oggi" nella quale potete leggere l'articolo "La magia del Piccolo Principe" di Giuliano Vigini. Prosegue con un'altra puntata il "Diario dalla Cina" di Nello Del Gatto (Treccani.it). Una storia vera ed intrigante, quella di cui parla "“È già mattina”, l'ultimo libro di Alberto Samonà" (IlVelino.it). Avvincente e ben fatta "La storia della fantascienza" pubblicata da Wikipedia. ma c'è anche l'articolo "La biografia di Foster Wallace spiega i suoi libri" (LInkiesta.it) e qui occorre una nota... Molti non conoscono né "David Foster Wallace" - autore nel 2005 di "Questa è l'acqua" in cui c'è uno splendido aforisma sul rifiuto dell'evidenza (Ci sono due pesci che nuotano e a un certo punto incontrano un pesce anziano che va nella direzione opposta, fa un cenno di saluto e dice: «Salve, ragazzi. Com'è l'acqua?». I due pesci giovani nuotano un altro pò, poi uno guarda l'altro e fa «Che cavolo è l'acqua ?») - né "Howard Phillips Lovecraft" - autore nel 1926, quasi un secolo fa, del racconto "Il richiamo di Cthulhu" nel quale c'è una sconvolgente anticipazione del futuro (Penso che la cosa più misericordiosa al mondo sia l'incapacità della mente umana di mettere in relazione i suoi molti contenuti. Viviamo su una placida isola d'ignoranza in mezzo a neri mari d'infinito e non era previsto che ce ne spingessimo troppo lontano. Le scienze, che finora hanno proseguito ognuna per la sua strada, non ci hanno arrecato troppo danno: ma la ricomposizione del quadro d'insieme ci aprirà, un giorno, visioni così terrificanti della realtà e del posto che noi occupiamo in essa, che o impazziremo per la rivelazione o fuggiremo dalla luce mortale nella pace e nella sicurezza di una nuova età oscura) - due autori cui va riconosciuta una indiscussa ed anticipatrice visione della realtà umana.

Un abbraccio e... com'è l'acqua ?
Carlo Luigi Ciapetti


Hanno collaborato alla newsletter di oggi, per nome e in ordine alfabetico:
Dionysios Spiliotopoulos, Eleftherios Diamantaras da Atene, Gian Carlo Treggi da New York, Laura Calciolari, Nicola Cariglia di PensaLibero, Ovidio Scarpa I1SCL di Info Radio, Saverio Borgheresi di Notizie Libere, Ubaldo Roversi, Valeria Succi.

Credits...


   Mostre ed altri eventi continuativi - per data di fine 
Mostra "La cabina radiotelegrafica del Titanic" - Arezzo, fino al 2/6
Mostra "I Piccaia: Giorgio e Matteo" - Orta San Giulio (NO), 14/5-13/6
Mostra "Quinto Martini, da Seano all'Ermitage" - Firenze, 16/5-30/6
Gli incontri nei "Venerdì del Grande Oriente" - Lucca, 1/2 - 15/11
Il programma di incontri del "Cenacolo Salomone" - Firenze, 22/2 - 8/12
"Gallerie d'Italia" - Milano

   Incontri, spettacoli mostre ed altro - per data di svolgimento 
Cenacolo Salomone: Roberto Pinotti "Gli OOPArts" - Firenze, 29/5
Celebrazione di Curtatone e Montanara - Firenze, 29/5
Soroptimist “Concerto Orchestra Suzuky” - Ivrea, 7/6

Convegno su "I Templari e la Cabala a Perinaldo" - Sanremo, 8/6
ARSPAT "Paesaggi, rigenerazione e sviluppo" - Firenze, 13/6
Presentazione collezione Equipèco 2004/2013 - Roma, 27/6

 


LINK AGLI ARRETRATI DELL'ULTIMA SERIE    2010 02/12  10/12  21/12  23/12  2011:  06/01  15/01  22/01  26/01  30/01  05/02  09/02  12/02  18/02  24/02  01/03  07/03  15/03  24/03  31/03  06/04  14/04  16/04  28/04  04/05  08/05  18/05  23/05  28/05  08/06  16/06  22/06  25/06  30/06  05/07  14/07  21/07  28/07  10/09  15/09  23/09  02/10  05/10  10/10  15/10  22/10  28/10  09/11  11/11  16/11  22/11  26/11  01/12  16/12  08/12  13/12  22/12  27/12  31/12  2012:  06/01  11/01  14/01  18/01  21/01  24/01  27/01  01/02  04/02  08/02  11/02  14/02  17/02  22/02  29/02  04/03  10/03  17/03  24/03  30/03  03/04  06/04  16/04  20/04  28/04  02/05  06/05  12/05  16/05  22/05  28/05  03/06  07/06  14/06  21/06  28/06  04/07  08/07  11/07  14/07  21/07  25/08  08/09  14/09  18/09  22/09  25/09  02/10  04/10  10/10  15/10  20/10  27/10  01/11  04/11  08/11  15/11  17/11  23/11  27/11  01/12  04/12  06/12  10/12  14/12  31/12  2013: 04/01  08/01  17/01  21/01  26/01  31/01  02/02  05/02  09/02  12/02 14/02  19/02  22/02  26/02  02/03  08/03  16/03  21/03  29/03  03/04  05/04  11/04  14/04  18/04  30/04  07/05  11/05  16/05  19/05  23/05


La storia di "Ouch!"
Indro Montanelli diceva che "Il giornalismo lo si fa per il giornalismo, per il piacere di farlo. E' difficile farlo bene, a volte è anche pericoloso. Il bello di questo mestiere è che si affronta un esame ogni giorno" ed è così che nacque "Ouch!" nel 2005, dopo aver constatato una tendenza alla irreggimentazione dell'informazione, al suo asservimento a poteri visibili ed invisibili, alla subliminalizzazione della pubblicità, alla distruzione del parere informato a tutto vantaggio del parere conforme e condizionato. Questa tendenza è diventata poi una norma: salvo rare eccezioni, l'informazione sulla carta stampata e sugli altri media - condizionata dai poteri forti, dalla pubblicità e dai costi di produzione - fornisce ai lettori pagine e pagine inutili di politica, di economia, di cronaca nera, di gossip e tante notizie tese a nascondere più che a svelare la verità. Una profonda innovazione l'anno però apportata i giornali on-line, ancora poco soggetti a questa tendenza e capaci di lasciare alla notizia il suo effettivo contenuto informativo ed è a questi che faccio spesso riferimento. Ma "Ouch!" cerca anche di ovviare ad un altro problema: il mondo in cui viviamo si è fatto estremamente complesso e veloce - difficile da conoscere e da comprendere, prima ancora che da vivere - e la persona comune non ce la fa più a mantenersi in sintonia con quanto avviene, per poter così influire su quanto poi avverrà. Oriana Fallaci affermava che "Ogni persona libera deve essere pronta a riconoscere la verità ovunque essa sia" ma l'informarsi non è solo una questione solo culturale, è legato anche ai tempi e ai mezzi necessari - non sempre disponibili - per poter esplorare un universo mediatico sempre più vasto e multiforme. Internet può far varcare questo "muro", tanto percettibile quanto impenetrabile, ma la "verità" bisogna andarla a scovare. "Ouch!" è diventato così il frutto del lavoro appassionato e paziente di tutti coloro che con me vi collaborano - sono elencati nei "credits" - segnalando
i link ad articoli, presentazioni, filmati e altro pubblicati su Internet: questi possono essere rimossi dai siti e quindi non essere più disponibili in tempi successivi alla segnalazione e chi volesse conservarli è bene che li salvi sul proprio pc. "Ouch!" si può leggere a www.base.it/ouch ma viene spedito per e-mail a chi ne abbia fatta richiesta. Per l'inserimento nella mailing list cliccare qui, per la cancellazione cliccare qui, per qualsiasi comunicazione scrivere a ouch@postaitaliana.it .


Ai sensi della Legge 62/2001, questa pubblicazione non è una testata giornalistica in quanto redatta e trasmessa senza periodicità, ma è comunque protetta dalla Legge 633/1941 sul diritto d'autore: il contenuto di questo sito e delle relative newsletter non può quindi essere utilizzato, pubblicato, distribuito, venduto o riprodotto in alcuna forma, sia stampata che elettronica, senza una preventiva autorizzazione scritta ed anche in questo caso la riproduzione, anche parziale, del contenuto è consentita solo con l'obbligo di riportare esplicitamente questa esatta dicitura: "Tratto dal sito www.base.it/ouch" includendo anche il link relativo.

© Copyright 1997-2013 Carlo Luigi Ciapetti - P.IVA 01519220485

comunicazione prevista dall'art.35, comma 1, del DPR 633/72 nella formulazione di cui all'art.2, del DPR 404/01