22/2/14 - La newsletter per "Ouch!" di Marco Lelio Menesini
La dura verità sull'economia globale...
per leggere l'ultimo "Ouch!" cliccare qui...


Ci sono due articoli, pubblicati da Wall Street Italia, che vi consiglio di leggere, citando una frase di Alessandro Manzoni nel 27° capitolo dei Promessi Sposi "...  i gemiti, i gridi supplichevoli, potranno ben trattenere l’arme d’un nemico, ma non il ferro d’un chirurgo": il primo è "La dura verità sull'economia globale" mentre il secondo è "La verità sull'economia italiana: tutti i dati che non potete non sapere". Ma se non vi fossero bastati potete anche andare a leggere "20 Signs That The Global Economic Crisis Is Starting To Catch Fire" (TheEconomicCollapseBlog.com)...

Ragioniamoci un pò sopra. Si dice che "Il Pil italiano ha chiuso il quarto trimestre in timido rialzo (+0,1%), in linea con le stime. Nel 2013 ha subìto però un calo dell'1,9%. Anche se vengono confrontati con l'ultimo periodo dell’anno scorso, i dati sono ben poco confortanti. In questo frangente la terza economia dell’area euro ha subìto un calo dello 0,8%. Queste ultime due percentuali risultano peggiori delle attese e indicano che il Paese è ancora in grande difficoltà" ma, fra tanti commenti trionfalistici e circospetti, nessuno ha avuto il coraggio di dire che una variazione dello 0,1% è ben al di sotto del così detto errore statistico... Insomma ci si infiamma ancora sulla vecchia questione di teologia medievale "Quanti angeli possono danzare sulla testa di uno spillo ?".


( tratto da http://theeconomiccollapseblog.com/archives/20-signs-that-the-global-economic-crisis-is-starting-to-catch-fire )

Questo fa il paio col parametro più osservato, preso a misura dello stato di salute dell'economia USA: i nuovi posti di lavoro creati nel mese nei settori non agricoli, un dato ricavato sommando il numero derivante dalla conta puntigliosa dei rapporti delle società che hanno più di 15 dipendenti con... la stima (!!!) dei posti creati da tutte quelle che ne hanno meno...

La crisi economico-finanziaria viene quindi curata con strumenti essenzialmente finanziari o, meglio, quasi esclusivamente derivanti dalla politica monetaria: grandi quantità di denaro liquido creato dalle Banche Centrali (FED col QE, BOJ e BOE con emissioni similari ma non identiche, BCE con vari LTRO e acquisti di Bond più o meno sterilizzati), tutti con tassi ridicoli a breve, assai vicini allo zero assoluto.
Questi macro-movimenti, a base di trilioni di euro o di dollari, danno una sensazione di onnipotenza a chi li maneggia, tanto da far loro esclamare: "Noi siamo come Dio: lui gestisce la costellazione delle stelle, noi gestiamo la costellazione finanziaria"... Un Presidente della Goldman non ebbe né timore né vergogna ad affermare "We do God's Work !" ossia "Noi facciamo il lavoro di Dio !": ascoltatelo mentre lo dice !


( tratto da http://www.youtube.com/watch?v=9okl6ho2TA8 )

Il risultato è un mondo finanziario inondato da una liquidità a bassissimo costo che produce due soli effetti:
1) i debiti pubblici sfondano qualunque ragionevole limite;
2) gli indici di borsa salgono senza sosta ed arricchiscono gli speculatori.
Quello che non fanno assolutamente è di dare una mano all'economia reale, affossata da una montagna di NPL ("non performing loans" ossia "crediti inesigibili") e quindi a rischio elevato, con dei ritorni sull'investimento ridicoli se comparati alle operazioni puramente finanziarie.

Questa massa  crescente di speculazione finanziaria si può aggiungere tranquillamente ai "Derivatives OTC" - quei titoli "fuori Borsa" che facevano tanta paura al Giulietto Tremonti nel 2010 - i quali restano a livelli di 10/12 volte il GDP (Gross Domestic Product, noi lo chiamiamo PIL ossia Prodotto Interno Lordo) mondiale, gestiti con olimpica calma da 6 sole banche d'affari.
La Janet Yellen é stata messa al suo posto soprattutto per non scontentare la comunità finanziaria e, qualunque cosa dica, le Borse continuano a salire; a mio parere lo faranno ancora nei prossimi mesi, poiché nessuno vuol ascoltare le voci discordanti e tutti si sono dimenticati delle tristi profezie delle Cassandre che paventavano l'arrivo della "Perfect Tempest".


(tratto da http://www.chinadaily.com.cn/opinion/2014-01/09/content_17224983.htm )


( tratto da http://www.flickr.com/photos/donkeyhotey/10547392033/ )

Forse, in cuor loro, tutti pensano ad una soluzione finale simile alla "Cancellazione dei debiti nell'antica Roma" (Cobraf.com): "(...) quando i crediti verso l'Asia Minore diventarono inesigibili a causa dell'invasione da parte di Mitridate (...) la "Lex Valeria de aere alieno" (...) riduzione drastica e immediata di tutti i debiti del -75% per legge portò sollievo alla "fides" (fiducia) nell'economia".
Anche se queste sono speculazioni a ruota libera, resta tuttavia un fatto inequivocabile: la "Perfect Tempest" potrebbe essere la soluzione ideale per porre fine alla crescita dei consumi, allo spreco delle risorse e all'inquinamento, che conducono a disastri assai più terribili, che non una serie di bancarotte e di insolvenze finanziarie.


( tratto da http://www.footprintnetwork.org/en/index.php/newsletter/bv/humanity_now_demanding_1.4_earths )

Insomma... Senza soldi e senza telefonini si può anche tirare avanti, ma senza cibo e acqua potabile, con un'atmosfera avvelenata ed una serie di uragani apocalittici é un po' più dura. La soluzione finanziaria poi ha il vantaggio di essere selettiva tra ricchi e poveri... Un pò come nella "Zattera della Medusa": pensate a questa terribile operazione come ad un intervento per salvare l'Umanità: "Se la tua mano ti scandalizza, tagliala: è meglio per te entrare nella vita monco, che con due mani andare nella Geenna, nel fuoco inestinguibile.  Se il tuo piede ti scandalizza, taglialo: è meglio per te entrare nella vita zoppo, che esser gettato con due piedi nella Geenna. Se il tuo occhio ti scandalizza, cavalo: è meglio per te entrare nel regno di Dio con un occhio solo, che essere gettato con due occhi nella Geenna" (Marco IX 44-47).

LE NEWSLETTER PRECEDENTI

06/01  19/01  27/01  04/02  07/02  15/02